Nella giornata di oggi abbiamo visto testare la fascia bassa del mercato.

Il fib ha tenuto sul daily ed ha fatto emergerer una configurazione di tenuta dalla quale nelle ultime occasioni e’ partita la reazione.

La voltailità è molto alta ed il range è ampio…. 14.800 / 15.600 con zona di tenuta intermedia testata e non superata oggi a quota 15.200.


Per i titoli di stato, dopo un apertura in forte recupero sono scattate ancora la vendite e siamo scesi sotto i livelli di ieri.

frazionalmente ma il BTP perde anche oggi.

Se puo’ consolare, perde anche il BUND e tutto sommato lo spread contro i titoli tedeschi non è peggiorato, da un minimo area 430 siamo arrivati a 440 in serata che non e’ brutto come il 450 ma ben distante dal 355 del venerdi scorso.

Ieri avevamo segnalato la zona 15.200 come area di resistenza e obiettivo del rimbalzo tecnico a seguito della discesa precedente.

Fatto l’obiettivo a rialzo di primo livello resta da vedere se ora riesce a riportarsi sopra nella seduta di domani.

Il mercato è troppo soggetto alle notizie per avere una tendenza definita.

La capitulation di ieri ha messo i book molto flat/corti e una reazione tecnica a salire può arrivare sulla prima azione concreta politica.

Ieri sera in una intervista a Class mi è stato chiesto se i mercati stanno dando segnali al governo per passi indietro come si leggeva sulla cronaca.

Ho risposto che i mercati chiedono solo chiarezza sui provvedimenti, gli operatori non guardano alle parole o ai colori ma ai fatti.

Se il governo di Italia e Spagna risponde velocemetne con concretezza, la ripresa delle quotazioni ci sarà e rapida.

Il fondo EFSF e le votazioni greche sono per Dicembre, serve qualcosa a brevissimo.

Appena arriva ci saranno le occasioni per comprare anche con un giorno di ritardo.

Ora i prezzi sono di nuovo interessanti a mio avviso su titoli come ENEL prezzi sotto 3.20 ad esempio portano ad un dividendo interessantissimo, sui bancari è ancora prematuro, sofforno insieme al BTP.

Quando si schiarirà l’orizzonte avremo strategie in opzioni di tipo double up che forniranno lo strumento a leva (a rialzo) e rischio identico al sottostante (a ribasso) per avere un vantaggio nello sfruttare la ripresa dei corsi.

Presenterò la strategia anche alla conferenza dell’Algotrader Tour di Bologna organizzata da Tradinglibrary e come al solito per gli abbonati sarà disponibile sul sito di letteradiborsa il powerpoint dell’intervento in anteprima.