Ancora tre sedute e poi i mercati ci concederanno una bella pausa per le festività natalizie, per riaprire i battenti il 27 e 28 dicembre, ultimi due giorni di contrattazioni di questo 2012.
Già da ieri si respirava aria vacanziera: si sta già pensando al 2013, si liquida qualcosa e si ha poca voglia di mettere in piedi posizioni nuove per questo scampolo d’anno.
Seguiamo il mood del mercato, e anche noi tiriamo i remi in barca, liquidando tutto il portafoglio costruito 6 mesi fa, che ci ha dato soddisfazione. Trascorriamo dunque flat questo periodo di vacanza, e con rilassatezza iniziamo a pianificare il lavoro del 2013.

Il nostro portafoglio a basso rischio ha portato a casa un buon rendimento, considerando la bassissima volatilità che abbiamo dovuto sopportare in questi tutt’altro che facili 6 mesi. Peccato che la performance sia stata un po’ “sporcata” dallo stop incassato sul JP Morgan Korea Equity, ma d’altronde non si può vincere sempre, e queste sono le regole del gioco.

Chiudiamo l’anno con una performance di periodo 01/07/2012 – 31/12/2012 (il primo segnale di ingresso fornito dai nostri modelli risale al 04/07/2012, e anche se siamo usciti il 18/12/2012 facciamo il conto lordo e arrotondiamo al semestre pieno) pari al 4,10%; tale performance è pesata in base al capitale investito su ogni singolo fondo, che è stato, per tutti i fondi, pari al 25% del portafoglio su ognuno.

Tale performance di periodo corrisponde ad un 8,19% su base annua.

La tabella sottostante riporta i dettagli delle operazioni chiuse e il risultato di portafoglio.

A tutti i lettori e ai colleghi redattori di Lettera di Borsa, i miei migliori auguri di Buone Feste.