Due mesi fa erano castigati da tutti gli analisti, ora invece….

Come sempre accade ribasso genera ribasso, specialmente nelle aspettative, ed i preziosi non fanno eccezione. Leggete le previsioni stilate all’inizio dell’anno dai più famosi esperti di investimento. Tutti a prevedere nuovi cali del metallo giallo, che allora valeva  attorno a 1100 dollari per oncia, tutti a prevedere la discesa a quota 1000. Solo Marc Faber e Ted Butler si staccavano dal coro e continuavano a consigliare l’accumulo dei metalli preziosi. Ma venivano derisi. Questi due esperti dal 2000 al 2012 avevano sempre consigliato l’acquisto di metalli preziosi, poi avevano sbagliato la mossa per il 2013.

Siccome i preziosi non sono popolari come investimento, specialmente in Europa, i due erano stati relegati tra  gli ex-esperti. Ma in solo due mesi si sono vendicati. Un 20% di salita del metallo giallo, un 25% per l’argento, il rimbalzo del palladio nelle vicinanze dei massimi del triennio, non male  come previsioni per due persone derise !

Il miglior rialzo e’ stato messo a segno da GLDX ( Junior Gold Stock Explorers), ETF quotato a NY, liquidissimo, specializzato in piccole miniere  aurifere ed argentifere, dette “junior”, queste erano quelle che avevano perso di più nel biennio, sono rimbalzate alla grande.

Ma attenzione : questo ETF non e’ armonizzato e come tale  le plusvalenze devono essere indicate dal percettore al fisco italiano. Un problema per molti investitori.

Guido Bellosta