Oggi abbiamo raggiunto un altra serie di obiettivi tecnici, con l’indice in salita di oltre 5%.

Malgrado tutte le notizie negative uscite nella giornata sul fronte europeo:

dall’austria ci sono dubbi sul piano greco di dismissioni, da Finaldia e germania possibili veti all’ampliamento del EFSF , ma questo non ha fermatoche brevemente la tendenza in atto di rimbalzare.

Raggiunto il nostro obiettivo in area 14.500 / 14.800 ma ancora qualcosa non quadra: non si osserva una discesa della volatilità implicita che resta elevatissima, e questo consiglia ancora prudenza.

I prezzi delgi asset si stanno riallineando a livelli piu’ umani e malgrado il rally del 10% siamo ancora ai minimi.

Pare che tutto sia alle spalle ma gli swing possono essere forti, nell’ordine del 2/3% di variazioni giornaliere siamo entro il prezzo delle opzioni in essere.

attenzione quindi ai ritorni di fiamma che potrebbero spingere i corsi a 14.000 ancora.

Anche il bund ha ripiegato chiudendo sotto 136.00 ma contestualmente il BTP non e’ salito : lo spread di rischio si p richiuso solo per via del maggior rendimento tedesco col nostro stabile.

non ci sono ancora acquisti sul btp col future che resta sotto il 100 (valeva 101.20 la settimana scorsa)

Clima migliroe quindi ma ancora prudenza per la estrema volatilità del mercato (siamo al 47% di implicita… e la realizza tutta e pure di piu’.