Come sfruttare al meglio gli strumenti professionali di trading di TradePort

In questo articolo vi spiego come costruire e analizzare una strategia in opzioni perfetta in pochi passaggi tramite l’utilizzo della piattaforma TradePort, in grado di offrire ai trader in opzioni qualcosa di veramente unico, efficiente ed efficace.

La strategia attiene al titolo UPS ed è basata sui dati di chiusura di martecdì 20 marzo.

Il primo passo consiste nello sfruttare un algoritmo automatico di screening dell’universo dei titoli opzionabili che va alla ricerca di condizioni particolari di redditività attesa, probabilità di successo e volatilità. Il nostro database contiene i dati di circa 4500 sottostanti, perciò potete ben immaginare quanto già questo strumento da solo possa essere prezioso. Ebbene, questa mattina ci ha restituito un elenco di possibili operazioni, tra cui un iron condor asimmetrico sul titolo UPS con scadenza al 20 aprile 2018:

Short call 114, long call 120, short put 102, long put 99. Si tratta di un condor asimmetrico perché il rischio sulla coda destra è 6 dollari, mentre sulla coda sinistra è solo 3 dollari. Il credito atteso è di 0.88 dollari per azione colpendo il denaro sulle vendite e la lettera sugli acquisti. In pratica, dunque, si può ambire a qualcosa di più. La probabilità di successo di questa operazione è pari al 63.5% secondo il modello teorico (quello Normale), ma è pari all’84% secondo il modello storico e il nostro stress test a 1 anno, e all’82% a 5 anni. E già di per sé sembrerebbe una operazione niente male. Ma possiamo andare più a fondo e valutarla anche da diversi punti di vista.

Il nostro algoritmo di tracciamento della traiettoria potenziale del titolo al 20 aprile al 90% di probabilità restituisce una valutazione dei possibili estremi di movimento di prezzo fino al giorno di scadenza. La previsione è in figura sottostante:

Come si rileva dalla figura (riquadro pop-up nella parte destra), la previsione di range ha estremi 100.95-114.83. Tali estremi sono però esterni agli strike che si venderebbero per fare il condor di cui sopra. Di poco, ma comunque fuori. Quindi ci conviene cercare un’altra strada, se possibile.

Utilizzando la Option Matrix inclusa nella piattaforma andiamo ad analizzare un po’ di operazioni alternative, alla ricerca di qualcosa di sostituivo rispetto a quanto segnalato dall’algoritmo di screening. E così troviamo una combinazione diversa:

Combinando short put 100, long put 96, short call 115, long call 119 si crea un condor simmetrico che ha una aspettativa reddituale di 0.69 dollari per azione, probabilità teorica pari all’83%, probabilità storica e stress test a 1 anno pari all’85% e probabilità storica e stress test a 5 anni pari rispettivamente all’88 e all’86% abbondante.

Posto che il rischio netto massimo è pari a 3.31 dollari per azione, l’operazione ha un rapporto di rischio su rendimento pari a 4.8 circa. Facendo la ponderazione tra il reddito atteso e il rischio atteso, usando come pesi le rispettive probabilità (a fini precauzionali, per il successo usiamo la minore delle quattro calcolate dal nostro sistema), otteniamo una aspettativa di profitto pari a 0.10, dunque positiva.

Ultimo tassello a rinforzo dell’idea operativa: se facciamo l’analisi della volatilità storica e implicita entrando nell’area dei grafici della Option Matrix scopriremo che la volatilità implicita, per quanto relatiamente bassa (siamo poco sopra il 22%), si trova nel 94-esimo percentile sugli ultimi 500 giorni lavorativi, quindi siamo in un momento di alta volatilità:

Percentili di volatilità

Gli earnings verranno annunciati il giorno 26 aprile, quindi dopo la scadenza dell’operazione.

La piattaforma ci permetterà di monitorare quotidianamente l’evoluzione di tutti i parametri di controllo, così da essere sempre perfettamente consapevoli dei rischi e delle opportunità, pronti a intervenire in caso di bisogno.

Think different. Trade Better.