E’ lo scherzo di tutto il mainstream media anglosassone, tutti fanno girare in loop il video di Mario Draghi che pronuncia Churchillianamente: ‘Within our mandate, the ECB is ready to do whatever it takes to preserve the euro. And believe me, it will be enough.’.  Almeno sul vecchio Winston si poteva contare, se diceva “Li combatteremo sulle spiagge…non ci arrenderemo mai”  potevi contarci. Lo avesse seppellito solo una risata, a Draghi…vabbeh, ma abbiamo visto che a seppellirlo e’ stato un massacro nei cambi, azioni, bond e la piu’ veloce esplosione dello spread da quando si e’ cominciato a parlarne.

Il divertente e’ stato vedere, invece, il crollo della volatilita’ VIX, quando i numerosi detentori di azioni europee, anche istituzionali, hanno realizzato che l’hedging andando lunghi di volatilita’ U.S.A. non avrebbe funzionato, grazie alla scarsa correlazione dell’indice S&P 500 (che ha perso meno dell’1% contro i 2/5% degli indici europei) , e hanno cominciato a scaricare ETF long volatilita’ che han fatto crollare ulteriormente il VIX e via dicendo. Lezione istruttiva di quanto un hedging imperfetto e mal considerato possa risultare dannoso.

Anche Monti pero’, vedere la luce in fondo al tunnel l’altro ieri e scoprire che invece era il Frecciarossa da Berlino, ieri non ha rimediato una gran figura.

Come mai, direte voi, finiscono sempre per rimediare figure che definire da cioccolatai non e’ nemmeno giusto verso gli onesti pasticceri?

Perche’ negano la realta’, e questa ritorna, incessante, implacabile, continua…e non la negano perche’ sono stupidi, troppo facile ed implausibile ma prigionieri di un disegno politico e di quello che si chiama “redistribuzione asimmetrica delle risorse”, oggi e che Karl Marx, passato di moda, chiamava lotta di classe.

Vi faro’ un esempio della realta’ che negano, anzi di quella che vi spacciano, come droga maltagliata, prendendovi per idioti,

In Irlanda, il Governo e’ stato costretto a garantire l’Anglo Irish Bank per 80 miliardi di euro, con la favola che la banca era “fondamentale alla sopravvivenza del sistema” . L’ Anglo Irish Bank aveva un pugno di sportelli e una manciata di ATM (bancomat) in tutta l’Irlanda ( il website adesso non fa testo comprende le filiali della Irish Nationwide Building Society, una cassa di risparmio fusa nell’AIB in luglio 2011) ed era, in realta’ una macchina per mettere assieme prestiti a speculatori immobiliari e gruppi industriali con progetti sconclusionati (il gruppo Quinn…che adesso possiedono integralmente), a Mosca, nel Kazan, a Istanbul e un grande magazzino del fai da te a Yekaterinburg…negli Urali!

Bene, questo “pilastro” del sistema irlandese, capite benissimo avrebbe tranquillamente potuto esser lasciato fallire garantendo i depositanti fino a 200.000 euro di tetto massimo, ricapitalizzandola con un paio di miliardi di euro…e gestendola fino a ripiazzarla sul mercato risanata…costo diciamo di ..5 miliardi? Al massimo? Di cui la garanzia sui depositi nemmeno era un’uscita di cassa, ma una garanzia per evitare il panico.

Chi, secondo le normali regole capitaliste doveva pagare, azionisti e detentori di bond, avrebbe pagato, attraverso l’onorevole e legalmente regolata pratica della bancarotta.

Ma per socializzarvi le perdite, la sospensione delle leggi, che esistono, sulla bancarotta, e’ niente, esiste tutta una pletora di cosiddetti  “economist” dotti che vi spacciano per leggi immutabili che le banche devono essere sostenute, altrimenti….con quell’”altrimenti” lasciato sospeso, come se , oltre a essere impoveriti, supertassati e altre amenita’ vi potesse pure arrivare una pestilenza e l’Angelo della Morte a uccidere i primogeniti ( sto’ citando, la battuta e’ di Bagnai).

Basta, signori, ora basta, fortunatamente, articoli come questo http://www.linkiesta.it/italia-acquisto-bond-bce-draghi  riscuotono i commenti che gli vedete sotto dai LORO lettori. Perche’ negare la realta’ alla fine, diventa difficile, la gente la vede, la percepisce, I Super Marii fanno la figura dei buffoni, o dei servi della loro ideologia…e la gente capisce, e quando capisce, non la freghi piu’.

Lo sappiamo che sara’ una pillola dura da digerire, far fallire le banche fallite e far emergere la verita’ sul debito, lo sappiamo che saremo chiamati a fare sacrifici se il debito viene finalmente ristrutturato e il deficit risanato, lo sappiamo che tagliare la spesa vuol dire anche, in parte rassegnarsi a servizi peggiori (peggiori di cosi’ in Italia?…) lo sappiamo bene, noi gente che lavora, che dovremo pagare. Ma lo faremo se la pillola sara’ amara, ma la possibilita’ di riscatto , veloce e raggiungibile, come quella che scaturisce dall’ affermazione della verita’ e della decenza e della legge e della legalita’.

Ma Perdio, stavolta pagheranno anche coloro che il grande Fortebraccio chiamava Lorsignori, pagheranno caro e tutto.

O ne risponderemo ai nostri figli e nipoti sul perche’ li abbiamo cacciati nella miseria per la nostra credulita’ ed ignavia.