Le due posizioni raccomandate sette giorni fa, stanno dando i risultati auspicati. In attesa di nuovi spunti operativi che presumibilmente potremo avere a partire dalla prossima settimana, quando i mercati torneranno a marciare a pieno regime dopo la pausa forzata dovuta al passaggio dell’uragano Sandy in Usa, avendo anche il conforto dei dati mensili aggiornati sugli occupati in uscita domani, facciamo un veloce update a beneficio di coloro che fossero entrati su Gold e FXI China.

L’Oro infatti ha fatto un minimo proprio il 24 ottobre poco sotto quota 1700, e da lì sono tornati un po’ di acquisti che hanno dapprima creato una fascia di consolidamento tra 1706 e 1720, poi nella giornata di ieri c’è stata un rottura al rialzo di questa fascia con volumi in aumento. I primi target di breve per gli ETF segnalati sono in corrispondenza di quota 1733 del future dicembre GC.

Il Ftse China 25 index invece ha effettuato un ritest del supporto in area 36.70 e oggi ha aperto in gap up. Attualmente guadagna circa il 2.5%. Occhio ai massimi relativi posti a 37.23, che se superati potrebbero facilmente dare impulso fino alla successiva resistenza in area 38.30.