Ed indici americani siano. Possono non tornarci molte cose sui mercati finanziari. Puo’ non tornarci il bund tedesco oltre 146, il btp italiano a 116, l’euro a 1.31, il gold a 1465 ma sta di fatto che i mercati hanno sempre ragione e bisogna imparare a rispettarli. Quindi che noi si pensi che i livelli attuali degli indici sia da malati di testa poco importa. Dobbiamo prendere atto che molti (DJ, Sp500 per citarne due) abbiano registrato nuovi massimi assoluti o che sono molto vicini a superarlo (Dax).  Cercare di anticipare eventuali cambi di direzione risulta sempre molto dannoso.  Che il detto sell in may e go away non sia piu’ valido? Che la marea di liquidità che tutte le banche centrali stanno riversando sui mercati finanziari da tempo stia sfasando i mercati stessi? Quante belle domande potremmo porci senza, magari, trovare risposte valide o, al contrario, validissime ed assennate!

Fatto sta, che i grafici già da qualche giorno mi dicevano salita. Sino a quando saliranno non ho l’ambizione di saperlo e ad essere sincera nemmeno mi interessa. Seguiro’ semplicemente l’evoluzione.

Vi lascio qualche grafico anche su scala weekly. Impressionanti!