Oggi appuntamento con la BCE. In realtà non mi attendo proprio nulla a livello di decisioni sui tassi, non credo proprio li toccheranno. Ma come al solito, sarà quello che Mario dirà che influenzerà i mercati. O per meglio dire, le parole di Draghi saranno, come sempre,  motivo di violenti movimenti sui future degli indici, delle valute e di quelli obbligazionari. In definitiva prepariamoci alle solite “montagne russe!”.

Andiamo a vedere come si presenta all’appuntamento il nostro indice:

Daily:
ieri è stato raggiunta la resistenza identificabile con il massimo di ottobre. Per come la vedo io, di fatto siamo in trading range e soltanto la violazione del massimo del 14.09 darebbe il via ad un movimento al rialzo davvero importante.
L’oscillatore sta raggiungendo area 80, che vi rammento significa che il trend in atto è forte e non che sono buoni prezzi per vendere l’indice. Tuttavia, saranno importanti le prossime sessioni per vedere se lo stesso proseguirà la salita oppure se intersecherà al ribasso.
Primo campanello di allarme se la Ema 25 fosse persa al ribasso.

Weekly:
Ops!
Stocastico che sta tentando di fornire segnale di uscita dal mercato.
Anche per il weekly, l’oscillatore girerebbe nuovamente al rialzo a deciso superamento di area 16.700.

Buona giornata!