I mercati americani lunedì saranno chiusi per il Labor Day.Il Dow Jones Industrial resta a tutt’oggi nelle ultime fasi di un rally in controtendenza dai primi di febbraio insieme al più ampio Nyse Composite. Entrambi gli indici dovrebbero completare i loro progressi senza superare il massimo di gennaio. Il massimo del 29 agosto a 26.167,90 punti si candida fortemente a segnare la fine di onda (2). Gli ultimi massimi hanno chiuso un minor gap sul Dow Jones evidenziato in azzurro realizzato tra la barra dell’1 e del 2 febbraio e un major Gap sul Nyse apertosi tra la barra del 2 febbraio e quella del 5 febbraio scorso. In entrambi i casi il gap ha agito da resistenza respingendo indietro entrambi gli indici nelle sedute successive Le gap-arre non sono ancora violate al ribasso i prezzi sono ancora ben distanti delle rispettive medie lunghe a 200 gg quindi non gridiamo al lupo, ma ormai gli spazi di manovra si vanno restringendo. I due grafici in questione assomigliano sempre di più ad una fase distributiva in via di terminazione, mentre S&P500 e Nasdaq hanno rotto i massimi di gennaio, ma avanzano sostenuti da un gruppetto di titoli che si sta assottigliando e con un momentum in divergenza come abbiamo mostrato la scorsa settimana. A questo punto o Dow Jones e Nyse trovano il colpo di reni per far fuori in poche sedute i massimi di gennaio unendosi ai rialzi del Nasdaq ed S&P500 (al momento per me la meno probabile) o Nyse w Dow Jones proseguno il movimento ribassista iniziato nelle ultime sedute e si tirano dietro gli altri indici. Chi vuole provare lo short sul Dow Jones ora ha la possibilità di mettere lo  stop non troppo distante (qualche punto sopra il massimo di gennaio) con un potenziale ribassista molte volte maggiore.  In pratica se consideriamo che il minimo sindacale di onda (3) si colloca a 21.347 punti  e la chiusura di venerdi è stata a 25.964 punti  si rischiano 700 punti scarsi con una possibilità di  portarne a casa più di 4.600. Se poi si desidera un’entrata più soft si potrà attendere la rottura del minimo del 15 agosto a 24.965 punti  mettendo lo stop sopra al massimo del 29 agosto a 26.167 punti. In tal caso si rischiano poco più di 1.200 punti  per prenderne 3.600 che è sempre un ottimo rapporto con un rischio più alto a valore  ma con probabilità che vada male decisamente inferiori  perché l’entrata è più affidabile e meno garibaldina della precedente.

Fonte: www.lombardreport.com